Lo Pan Ner - 3° festa transfrontaliera - 13 e 14 ottobre 2018

Autunno 2018

I forni comunitari sono tipici in tutta la Valle d'Aosta, ogni villaggio ne possedeva almeno uno. Un forno comune poteva cuocere dai 30 ai 120 pani per volta. Le famiglie cuocevano a turno il pane di segale, di solito una volta l'anno, all'inizio dell'inverno. Chiamato Pan Ner, viene ottenuto da un impasto di segale e frumento. Una volta fatti essiccare i pani su apposite rastrelliere, ratelé, venivano consumati per tutto l'arco dell'anno. Per essere tagliato richiedeva un apposito strumento, una ghigliottina denominata copapàn, in uso ancora oggi. Per consumarlo doveva essere fatto ammorbidire nel brodo o nel latte caldo oppure immerso negli intingoli della carne. In una versione più elaborata il pane veniva impastato con castagne, cumino e frutta secca. 

Per maggiori informazioni: http://www.lopanner.com

Forno Bruil

Torna su